logotipo_CRI_Orizontale_1462462942585
07/03/2013, 00:49



“Dai-un-motivo-a-chi-si-droga-per-smettere”--(Di-Sara-F)


 SERATA INFORMATIVA SULLA DROGA



“Dai un motivo a chi si droga per smettere”  (Di Sara F)
Tossicodipendenze e prevenzione. E’ stato questo il tema trattato durante la serata dedicata alla sensibilizzazione e discussione sui temi legati alla lotta al consumo delle droghe che si è tenuta lo scorso 15 febbraio presso la sala consiliare del Comune di Casorate Primo.
La serata ha avuto inizio con la visione del film “Sbirri” di Roberto Buchielli, che pone l’attenzione sull’emergenza droga, seguita dal dibattito moderato da Angelo Langè, poliziotto della squadra anti-droga di Milano e coprotagonista del film (assieme a Raoul Bova), il quale ha parlato degli aspetti sociali e giudiziari che riguardano il mondo della droga, oltre che delle proprie esperienze di incontro con spacciatori e tossicodipendenti.
Il volontario della Croce Rossa di Casorate Primo Francesco Guarneri ha poi proseguito illustrando l’impegno della CRI nella lotta all’uso delle droghe e nel sostegno ai tossicodipendenti durante il periodo di disintossicazione.
Inoltre, il vds Guarneri ha parlato della Fondazione Villa Maraini, fondata nel 1976 da Massimo Barra nell’ambito della Croce Rossa Italiana e costituita da un insieme di strutture e servizi per la cura e riabilitazione delle tossicodipendenze, spiegando che ogni anno sono circa 4.500 i pazienti in cura in questa struttura. Il motto della Fondazione è “Dai un motivo a chi si droga per smettere” e il primo passo della terapia è quello di capire la ragione per cui una persona ha cominciato a fare uso di droghe fino ad arrivare alla tossicodipendenza.
Durante il dibattito è anche emersa l’esigenza, che dovrebbe essere fondamentale per tutte le istituzioni, di impegnarsi nella prevenzione di questo fenomeno dilagante e, a tal proposito, è stato evidenziato l’impegno della CRI nella formazione e nella sensibilizzazione dei giovani a queste tematiche, con l’obiettivo di aumentare la loro consapevolezza e il loro senso di responsabilità e, perché no, di insegnare loro che i modi per realizzarsi sono ben altri.


1
Create a website